lunedì 15 giugno 2009

Sete.


"Anche quando l'arsura ci brucia la gola e non escono più parole non dobbiamo azzardarci a bere, la sete noi dobbiamo domare, se tutti bevessimo alla prima sete nessuno viaggerebbe mai nel deserto.
La preziosità di un bene
sta proprio nella sua rarità, e nel godere di essa... infatti... il mare non disseta. Quando arriveremo a bere l'acqua del mare, sarà arrivato il momento in cui non ci sarà più niente di prezioso e di raro. Il momento in cui perderemo la coscienza e tutti rimarranno lungo le spiagge accovacciati con la testa semisommersa attenti che nessuno ci rubi il posto come un immenso e malevolo gregge assetato, inconsapevole dell'inutilità del bere l'acqua salata. Mi auguro di non vedere mai quel momento, ma non farei fatica a immaginarmelo."

2 commenti:

  1. Oddio... che immagine orribile... di chi è la citazione?

    Enrica

    RispondiElimina